Ancona, 18enne aveva tre caricatori. Il padre della ragazza in coma irreversibile

http://www.fanpage.it/delitto-ancona-il-18enne-aveva-tre-caricatori-il-padre-del-ragazza-in-coma-irreversibile/

Ma dove siamo arrivati??  Io non ci capisco più niente!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata il novembre 9, 2015. Aggiungi il permalink ai segnalibri. 21 commenti

21 thoughts on “Ancona, 18enne aveva tre caricatori. Il padre della ragazza in coma irreversibile

  1. E’da sempre la guerra di tutti contro tutti che si origina fin dalle famiglie per riverberarsi nella società. non è il primo caso e non sarà l’ultimo…
    Del resto non oso immaginare, al luce di precedenti ancora più efferati, come quelli di Pietro Maso e di Erika e Omar, per non dire del penultimo in Calabria, se si permettesse una più libera circolazione delle armi, cosa potrebbe succedere. Credo che i primi nemici a cui si rivolgerebbero queste, sarebbe contro gli altri componenti della famiglia…
    E’ triste e difficile da credere, ma è così: le cronache di tutti i giorni ce ne danno una vaga misura. Le statistiche sono ancora più impietose…
    Un saluto…

    Liked by 1 persona

  2. Manca quella che una volta si chiamava “educazione sentimentale” ovvero l’educazione al rispetto di se stessi e degli altri, l’educazione alla comprensione dei sentimenti, l’insegnamento che veniva dato in famiglia, con l’esempio degli adulti verso i più giovani.
    Del resto si fa fatica oggi a capire che cosa è veramente la famiglia e gli esempi che molti adulti danno alle giovani generazioni, a partire dai governanti, non sono certo educativi.

    Liked by 2 people

      • Tieni anche presente che i media, social e non, stanno dando una bella mano a peggiorare il tutto, soprattutto se non c’è il filtro di chi ha buon senso o dovrebbe averlo, proprio i genitori. Molti adulti poi non sono proprio “cresciuti”, e la cronaca quotidiana ce lo sta mostrando in modo evidente.
        Se siamo costretti ad usare la Polizia che deve andare nelle scuole a insegnare ai ragazzini come si usano i social network, vuol dire che il ruolo educativo dei genitori, che deve essere anche di “controllo”, è proprio andato perso, per non dire di peggio.
        Ciao, buona serata.

        Liked by 1 persona

      • Tornare indietro non si può e forse non è nemmeno conveniente tornare alla repressione che c’era quando io ero adolescente e che ha favorito la rivoluzione del ’68, dove quasi tutto è stato distrutto senza prendersi la briga di costruire un mondo migliore, ma solo una grande confusione che poco aveva a vedere con la vera “libertà”.
        Basterebbe che i genitori imparassero a fare il loro mestiere di educatori, che gli insegnanti fossero preparati al loro ruolo che è anche di educatori comunque, che i politici, i governanti e gli amministratori fossero persone oneste, serie e coerenti e che la televisione non si limitasse a proporre programmi di chiacchiere insulse, cloaca massima di tutte le stupidaggini, le volgarità e le insulsaggini degli ultimi trent’anni.
        Basterebbe che ognuno di noi facesse la sua parte con coscienza e discernimento.

        Liked by 1 persona

  3. Esistono tanti uomini plagiati da donne senza scrupoli, che siano adulte o ragazzine son sempre persone con patologie che non sanno di avere. Purtroppo chi ne fa le spese il più delle volte è perchè non si accroge di covare una serpe in seno. Io non mi stupisco perchè purtroppo oggi le ragazzine spesso si comportano peggio di tante donne adulte che hanno un minimo di buonsenso. I genitori che coprono le malefatte dei figli sono i primi responsabili dei guai che causano questi ultimi. Come ci si può meravigliare se un figlio ha fatto una cosa del genere quando un padre lo giustifica in questo modo malato? L’educazione non esiste più è questo il vero guaio di molte famiglie.

    Liked by 2 people

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...