Poesia

PINUCCIA

trescaTresca

Un filo in mano basta
per scoprire l’orditura
di tessuto ormai sbiadito,
sgualcito e liso dal tempo.
Tresca amorosa ormai scoperta.
Ma perché io? Spirito, sogno
La presenza tua ,
questo peso che mi angoscia dentro.
A chi confesserò i miei peccati?
Lo credevo quasi un Dio!
Angosciante delusione,
questo pianto che dal cuore
viene fuori come fuoco,
ma mi dico che ti importa?
Senza nessuna ragione
solo questo malumore
che tormenta il mio andare.
I due cuori sanguinanti di passione,
come uccello di rovo.
Che quando lascia il nido
solo, su una grande spina affilata s’infilza,
ed è li che mentre muore,
supera con melodia d’amore,
con cuore palpitante
il canto dell’allodola e dell’usignolo.
La cosa mi sgomenta,
come può l’ipocrisia
camminare nella via
Di chi ormai i suoi piedi
infilava in un lenzuolo?
Un inganno a te Signore,
viver come due ladroni,
Dal profondo del mio cuore
pregherò…

View original post 21 altre parole

Annunci
Questa voce è stata pubblicata il luglio 19, 2016. Aggiungi il permalink ai segnalibri. 2 commenti

2 thoughts on “Poesia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...